Foto: Rai

Sanremo 2021: il nuovo protocollo Rai senza pubblico

Il Festival di Sanremo in questi giorni sta regalando tanto lavoro alla Rai ma anche alla stampa. La riunione tra i vertici Rai e il direttore artistico Amadeus si è conclusa da poco, cosa ne è venuto fuori?

Il piano sembra essere chiaro: niente pubblico all’Ariston, stop agli eventi esterni e alla presenza a Sanremo di programmi collegati al Festival. Questi sono i punti importanti del protocollo per lo svolgimento in sicurezza del Festival, che saranno inviati il 2 febbraio al CTS (Comitato Tecnico Scientifico).

Amadeus durante una serata di Sanremo 2020

Ecco cosa dice il comunicato:

La Rai al termine di una riunione con il direttore artistico in cui sono stati esaminati in dettaglio i vari scenari, ritiene che la 71a edizione del Festival di Sanremo, debba concentrarsi esclusivamente sull’evento serale al Teatro Ariston. La Rai ha dato pertanto indicazioni al direttore artistico per lavorare su idee creative compatibili con questa impostazione. L’azienda intende produrre il massimo sforzo per realizzare un Festival in sicurezza e portare lo show ai suoi telespettatori nel rispetto del mondo della musica e della storia.

Domani la palla passerà in mano al CTS che dovrà rispondere in maniera positiva o negativa alla proposta della Rai. Le proposte dell’azienda sembrano finalmente valide e chiare, allo stesso tempo il pubblico a casa dovrà rinunciare al Dopo Festival, alle varie interviste nei programmi Rai (La Vita in Diretta) e al mega puntatone di Domenica In con zia Mara Venier.

La scelta presa dalla Rai è giusta? Le polemiche sul pubblico all’Ariston finiranno dopo questo dietrofront?

error: