Foto: EIN

Sanremo 2022: Donatella Rettore non fa sconti a Gianni Morandi. Si deve ritirare

Non accennano a placarsi le polemiche attorno a Gianni Morandi, colpevole di aver pubblicato per errore sui suoi social network un video in cui si poteva sentire il brano che presenterà al prossimo festival di Sanremo.

Sembra che anche l’intervento della RAI, che ha cercato di mettere tutto a tacere confermando la partecipazione del cantante senza nessuna ripercussione, abbia avuto invece l’effetto opposto. In molti si domandano se questa indulgenza nei confronti di Gianni Morandi non sia dovuta più che altro al suo risalto mediatico, visto che in passato non sono pochi i casi di cantanti esclusi per aver pubblicato il loro brano prima della manifestazione.

Questo è stato il comunicato ufficiale della RAI al riguardo.

In merito alla diffusione involontaria del brano di Gianni Morandi, in gara al 72esimo Festival della Canzone di Sanremo, la Direzione artistica in accordo con Rai1 non ritiene di dover escludere la suddetta canzone perché si è trattato di un puro inconveniente tecnico, dovuto alla necessità di Morandi di portare un tutore alla mano destra che ha subito diversi interventi a seguito dell’incidente occorsogli alcuni mesi fa. L’impedimento al movimento della mano ha determinato l’errore per cui Morandi ha messo in rete il backstage che stava vedendo privatamente. Morandi non è mai ricorso a social media manager per la gestione del suo profilo Facebook e ha quindi commesso l’errore tecnico sopra menzionato. Restano quindi in gara la canzone e l’artista Morandi

E se da un lato Fedez cerca di buttarla sul ridere, ricordando la propria gaffe dell’anno scorso e proponendosi come nuovo social media manager del caro Gianni, dall’altro sono in tanti a dire la propria contro il cantautore e la sua disattenzione.

E’ questo il caso anche di Donatella Rettore, che in una intervista col Corriere della Sera non ha risparmiato una frecciata al collega, scomodando nientepopodimeno che Shakespeare e Platone.

“Non tutti sanno che io leggo Shakespeare e Platone, anzi, Platone è la vera strada che ho sempre seguito. Per esempio mi ha insegnato a prendermi sempre le responsabilità delle mie azioni. Se io faccio un post su Facebook o Instagram me ne assumo la responsabilità e agisco di conseguenza. Non come quelli che prima mettono sui social un pezzo di canzone destinata a Sanremo e poi oh, ho sbagliato, scusatemi, sono uno sbadato e cose così. Ma dai. E allora, con affetto, dico: Morandi, ti devi ritirare! Bisogna essere coerenti. Io, a modo mio, lo sono sempre stata”

La cantante, che quest’anno sarà anche lei in gara con la collega Ditonellapiaga ed il brano Chimica, ed è nota per non essere molto diplomatica e dire sempre quello che pensa, non ha risparmiato una frecciata anche ai Cugini di Campagna. A margine della loro polemica sui costumi, a dir loro “plagiati” dai Maneskin, ha voluto dire la sua, seppur con eleganza.

“Se qualcuna oggi si veste come mi vestivo io sarà sicuramente un caso e non perché mi sta copiando.”

Nel 1986, alla sua precedente partecipazione al festival, Donatella Rettore era stata anche protagonista di uno scambio di battute non proprio gentili con Marcella Bella, che vi riproponiamo nel filmato qui sotto.


Aspettiamoci dunque altre scintille in vista del prossimo festival, che di sicuro prima del fischio d’inizio saprà riservare nuove sorprese e taglienti polemiche, come ogni anno.

E secondo voi Gianni Morandi dovrebbe ritirarsi? È stata davvero tutta colpa del “tutore”? Fatecelo sapere con un commento sui nostri social!