Sanremo 2022: tutto su Fabrizio Moro

Fabrizio Moro torna più carico che mai all’edizione 2022 del Festival di Sanremo. Volto noto agli eurofan, scopriamo insieme qualche curiosità sulla sua carriera!

Biografia

Fabrizio Moro, all’anagrafe Mobrici, nasce a Roma nel quartiere periferico di San Basilio, da genitori calabresi originari di Vibo Valentia. Per anni si esibisce dal vivo con numerosi gruppi musicali giovanili in locali e pub, presentando un repertorio pop rock alternato a cover dei Doors, Guns N’ Roses e U2.

Fabrizio debutta sulla scena musicale nel 1996 pubblicando il suo primo singolo Per tutta un’altra destinazione.

Il Festival di Sanremo

Fabrizio Moro vanta già sette partecipazione a Sanremo.

Nel 2000 con il brano Un giorno senza fine  (tredicesimo posto). Nel 2007 vince nella categoria Giovani e gli viene anche assegnato il premio della critica Mia Martini per la canzone Pensa, uno dei suoi successi più famosi con un profondo messaggio contro le mafie.

Torna poi al Festival l’anno dopo con il singolo Eppure mi hai cambiato la vita arrivando sul terzo gradino del podio.

Proseguono le sue partecipazioni al Festival di Sanremo nel 2010 con il singolo Non è una canzone e nel 2017 (settimo posto) con la meravigliosa Portami via , dedicata alla figlia Anita, grazie alla quale vince il premio Lunezia per il miglior testo e miglior videoclip in gara.

In veste di autore ha partecipato nel 2012 con Sono solo parole per Noemi e nel 2016 con Finalmente piove per Valerio Scanu.

Eurovision Song Contest 2018

Nel 2018 ha vinto il Festival di Sanremo 2018 con il brano Non mi avete fatto niente in coppia con Ermal Meta.

In qualità d’interprete della canzone vincitrice del Festival, Moro è stato automaticamente designato, insieme a Meta, come rappresentante dell’Italia all’Eurovision Song Contest 2018 a Lisbona, qualificandosi poi in quinta posizione.

In che posizione pensate che finirà a Sanremo 2022? Quali aspettative avete sulla sua canzone? Scrivetecelo nei commenti.