• Home
  • Eurovision
  • Unisciti a noi
  • About

Il portale Formula TV ha di recente parlato del “Fortavisión”, un progetto presentato nel 2018 alle comunità autonome spagnole per competere in un concorso canoro televisivo, prodotto da Gestmusic.

Molti paesi organizzano i propri Festival, che ormai sono veri e propri eventi nazionali, attraverso i quali da anni selezionano il rappresentante per l’Eurovision. Il Festival di Sanremo in Italia, ad esempio, ma anche il Melodifestivalen in Svezia o il Festivali i Këngës in Albania.

L’emittente spagnola TVE pare non abbia preso in considerazione il progetto per il momento, nonostante l’Eurovision sia molto seguito nel paese. Fortavisión poteva diventare negli anni una preselezione valida e successivamente un marchio della Spagna.

Chi prenderebbe parte al Fortavisión?

Mentre all’Eurovision competono le emittenti di ciascun paese, al Fortavisión competerebbero le emittenti pubbliche autonome che fanno parte del FORTA (Federazione delle Organizzazioni di Radio e Televisione Autonome).

Le comunità autonome che ne fanno parte sono 12: Andalusia, Aragona, Asturie, Isole Baleari, Isole Canarie, Castiglia La Mancia, Murcia, Catalogna, Comunità Valenciana, Paesi Baschi, Madrid e Galizia.

Le 12 comunità autonome del FORTA

Sono escluse le comunità di Ceuta, Melilla ed Estremadura, che non sono membri del FORTA, oltre alle comunità di Cantabria, Navarra, La Rioja e Castilla e León, che si affidano ad enti privati.

Come si svolgerebbe il concorso?

L’idea è quella di avere 3 fasi:

  • Prima Fase: ogni emittente seleziona 8 candidati per la propria selezione televisiva;
  • Seconda Fase: ciascuna emittente trasmette un serata in cui elegge un rappresentante per ogni comunità autonoma;
  • Terza Fase: lo show finale con i 12 vincitori delle emittenti, che gareggiano dal vivo come se fosse l’Eurovision.

Il vincitore verrebbe ovviamente decretato con l’attuale sistema di voto eurovisivo, cioè attraverso i punti delle giurie regionali e la somma dei punti del pubblico da casa.

Il profilo Twitter di Gestmusic ha retwittato l’articolo di Formula TV e pare che ci siano molti commenti a favore, un dibattito aperto e positivo:

La casa di produzione spagnola pensa che l’avvio congiunto di questo concorso nazionale avrebbe consentito sicuramente dei costi inferiori, oltre alla personalizzazione di nuovi elementi e contenuti, l’integrazione di lingue diverse e presentatori in ognuna delle finali. 

L’unica certezza attuale è che la Spagna per l’Eurovision 2021 ha confermato Blas Cantó, che promette un brano totalmente diverso da “Universo”.

La Spagna prenderà in considerazione questo progetto per il futuro?

Fonte: FormulaTV

error: