Foto: ESC

Ucraina: il punto della situazione per Torino 2022. Saranno i Kalush Orchestra a sostituire Alina?

Dopo lo scandalo scoppiato per lAlina Pash gate e il ritiro volontario della stessa, vincitrice dell’edizione 2022 del Vidbir, la corsa dell’Ucraina all’Eurovision sembra non avere pace.

La cantante, in seguito allo scandalo scoppiato per un suo presunto viaggio in Crimea nel 2015, e la falsificazione dei documenti di viaggio (che attestavano lo spostamento avvenuto in bus dall’Ucraina e non dalla Russia) da parte di un membro del suo staff, non ha retto alla pressione e ha deciso di ritirarsi senza attendere il verdetto da parte delle autorità e della rete.

Suspilne ha allora proposto ai secondi classificati del Contest, i Kalush Orchestra in gara con la canzone “Stefania” di rappresentare il paese a Torino.


La band però si trova al centro di ben due nuove polemiche: la prima riguardante un viaggio in Russia con tanto di testimonianze fotografiche, la seconda è che il frontman della band, Oleh Psiuk sarebbe addirittura stato accusato di spaccio di droga.

Secondo Ogae Ucraine, la band avrebbe accettato la proposta, ma al momento nessuna comunicazione ufficiale è stata rilasciata in merito né dal gruppo né da Suspilne.

Il dramma del Vidbir 2022 però non finisce qui, perché poche ore fa Vadym Miskyi, membro del collegio sindacale della rete, ha comunicato la sospensione di Yaroslav Lodygin, uno dei giurati del Vidbir nonché membro del Comitato di Organizzazione nazionale per Eurovision, in seguito alle dure critiche rivolte all’organizzazione del Vidbir 2022 dagli stessi artisti partecipanti. Il commento a caldo di Oleh Psiuk sulle Instagram Stories in seguito alla notizia è stato: “Dopotutto, la giustizia ha vinto”.

Proprio i Kalush Orchestra, tra gli altri, durante lo svolgimento del Contest si erano dichiarati contrariati e avevano protestato riguardo la poca trasparenza sui oti e sui risultati; durante un’intervista con la presentatrice del contest avvenuta la scorsa settimana avrebbero dichiarato, inoltre, che in caso di vittoria sarebbero stati ben felici di rappresentare il paese, ma non la rete nazionale.

Speriamo che, nonostante tutto il caos creatosi all’interno della rete e la difficile selezione nazionale il paese non debba rinunciare a partecipare all’Eurovision Song Contest di Torino il prossimo Maggio.

Pensate che l’Ucraina parteciperà a Torino o si ritirerà a causa dei problemi interni, come già accaduto in passato? Fatecelo sapere nei commenti!