Foto: EBU / Sarah Louise Bennett

Ucraina: la reazione dei Kalush Orchestra dopo l’annuncio di Liverpool come host city per l’Eurovision 2023

I Kalush Orchestra, vincitori per l’Ucraina all’Eurovision 2022, hanno reagito alla notizia della scelta di Liverpool come città ospitante per l’Eurovision 2023.

Liverpool: eredità musicale riconosciuta a livello mondiale, ma con un po’ di rammarico

“Siamo contenti del fatto che il contest si terrà a Liverpool l’anno prossimo. Sebbene non abbiamo ancora avuto il privilegio di visitarla, l’ereità musicale della città è conosciuta in tutto il mondo. Suonare nello stesso posto dove i Beatles hanno iniziato la loro carriera, sarà un momento che non dimenticheremo mai!

Kalush Orchestra

Apprezzamento e onori per la città ospitante prescelta, che come sappiamo ospiterà il contest per conto dell’Ucraina, dopo che questa è stata ritenuta inadeguata ad ospitare l’evento a causa della guerra in corso che sta devastando il paese.

In merito a ciò, anche i Kalush Orchestra hanno espresso il loro rammarico nel non poter vedere l’Eurovision svolgersi nella propria terra, rinnovando però fiducia alla città di Liverpool, gemellata tra l’altro con Odessa, che sarà a loro dire un’ottima host city che saprà ben valorizzare la cultura ucraina.

Sebbene siamo molto tristi che il contest non si possa svolgere nel nostro paese, sappiamo che la gente di Liverpool saranno dei calorosi padroni di casa, e gli organizzatori sapranno come creare una vera atmosfera ucraina all’Eurovision 2023 nella città.


Fonte: Eurovoix

Che ne pensate? Fatecelo sapere con un commento sui nostri social!